Sindrome di Cowden, Sindromi amartomatose associate al gene PTEN, Sindrome Bannayan-Riley-Ruvalcaba syndrome, Sindrome Proteus

Caratteristiche cliniche

Amartomi multipli (malformazioni dovute ad anomalie di sviluppo degli elementi costitutivi di un tessuto).

Per definizione, la diagnosi conclusiva di Sindrome di Cowden è posta solo se viene identificata una mutazione nel gene causale (PTEN).

La stima della frequenza della sindrome nella popolazione, basata sul riscontro di mutazioni nel gene PTEN, è di circa 1 caso ogni 200000 persone.
Tuttavia il quadro clinico è estremamente variabile anche tra membri della stessa famiglia e molti dei segni clinici della sindrome sono comuni nella popolazione generale, pertanto si ritiene che sia ancora sottodiagnosticata.

Sotto vengono riportati i criteri clinici, in continuo aggiornamento, per porre sospetto diagnostico di Sindrome di Cowden.

Criteri patognomonici:

a) Morbo di Lhermitte-Duclos (gangliocitoma displastico cerebellare)
b) Lesioni mucocutanee: trichilemmomi, cheratosi acrale, lesioni papillomatose

Criteri maggiori:

a) macrocefalia
b) cancro della mammella
c) cancro della tiroide (non-midollare, in particolare follicolare)
d) cancro dell’endometrio

Criteri minori:

a) adenoma tiroideo, gozzo tiroideo multinodulare
b) ritardo mentale (IQ≤75)
c) amartomi gastrointestinali e ganglioneuroma
d) malattia fibrocistica della mammella
e) lipomi
f) fibromi
g) malformazioni e neoplasi genito-urinarie
h) leiomiomi uterini
i) disturbi dello spettro autistico

Genetica

  • Gene responsabile: PTEN
  • Trasmissione ereditaria: autosomica, cioè non associata ai cromosomi sessuali, e dominante, quindi ogni soggetto affetto ha il 50% di probabilità di trasmettere la sindrome ai suoi figli.

Per approfondimenti:

Orphanet Italia: http://www.orpha.net/consor/www/cgi-bin/OC_Exp.php?Expert=201&lng=IT

GeneReviews: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK1488/